Graphite

Chi
siamo

TANTI PROGETTI, UN'UNICA MISSIONE:
LA CONOSCENZA AL SERVIZIO DELLA FUNZIONALITÀ

Graphite S.r.l. dal 1946 è sinonimo di professionalità, esperienza e profonda conoscenza di materiali e tecniche costruttive. L’attività pluridecennale dell’azienda ha permesso di accumulare competenze nel mondo dell’architettura, del restauro e della diretta esecuzione di tutte le opere edili. Un team formato nel corso degli anni, ricco di un grande know-how multisettoriale, consente alla Graphite di essere un’azienda completa in grado di fornire supporto ad ogni tipologia di committente per qualunque esigenza. 

La particolare attenzione ai più minimi dettagli ed ai bisogni del cliente consente ai nostri tecnici di elaborare progetti di alta qualità con passione ed energia. In ogni fase del progetto, le nostre scelte vengono sempre effettuate nel massimo rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. 

Alla nostra azienda è riconosciuta la capacità di innovare il processo produttivo utilizzando tutte le tecniche più all’avanguardia per raggiungere l’eccellenza del risultato; indipendentemente se si tratti di un’opera antica o di qualcosa di ex nuovo.

La nostra storia

Graphite è solo l’ultimo tassello di una storia lunga più di settant’anni. Alle spalle, una famiglia e la grande passione per la progettazione, i materiali, le tecniche. Giuseppe Archivolti avviò nel 1946, come impresa individuale, l’attività nel settore delle costruzioni. Tra le macerie del dopoguerra e una nazione da ricostruire, l’ingegnere napoletano fu tra i protagonisti del settore, spiccando per dedizione e profonda conoscenza della materia. Grandi opere, edilizia residenziale, restauri strutturali. Archivolti operò per cinquant’anni con la stessa professionalità e passione, qualità riconosciute con la nomina a Senatore dell’Ordine degli Ingegneri. Tecnico d’esperienza dalla spiccata lungimiranza, fu in grado di apportare novità e migliorie grazie all’introduzione di ritrovati tecnologici, all’avanguardia per l’epoca. Fu, ad esempio, tra i primi in Italia ad utilizzare i connettori per il collegamento di travi in calcestruzzo, successivamente (e tutt’ora) largamente impiegati. Nell’arco della sua attività ha annoverato aziende prestigiose quali il gruppo assicurativo Generali, il gruppo alberghiero Accor, le cartiere Ambrogio Binda, Lavazza e molti altri, tra cui, l’Enel per cui realizzò il progetto della centrale idroelettrica di Presenzano, prima per grandezza in Italia e seconda in Europa.

 

A raccogliere il testimone umano e professionale di Giuseppe Archivolti, il figlio Raffaele, attualmente alla guida di Graphite, società del Gruppo Archivolti. Impegnato da quasi 30 anni nel campo della progettazione e del restauro architettonico, ha preso parte alla realizzazione di grandi opere come una galleria costruita in zona flegrea (in pieno centro cittadino, zona sismica e sotto falda ad alta temperatura) con l’utilizzo della spinta oleodinamica. Raffaele Archivolti si è specializzato anche nel consolidamento strutturale su immobili tutelati per l’importante valore storico artistico. Agli anni Novanta risale, in netto anticipo rispetto all’impiego generalizzato che se ne farà nel decennio successivo, l’uso di materiali fibrorinforzati a matrice polimerica. In particolare, si optò per l’utilizzo di fibre di carbonio, particolarmente adatte alle opere di consolidamento per le intrinseche caratteristiche di rigidità e resistenza. Al fine di meglio specializzarsi nell’uso di materiali composti, Archivolti ha deciso, alla metà degli anni Duemila, di entrare nel settore della nautica, sponsorizzando un’imbarcazione da competizione di 50 piedi per cinque stagioni consecutive, curandone la messa a punto e la realizzazione di tutte le parti strutturali in materiali composti, riprogettate dall’ufficio tecnico Graphite. Notevoli i risultati in fatto di prestazioni, concretizzati nelle numerose vittorie conseguite sulla maggioranza dei campi di regata, fino al secondo piazzamento Overall e di categoria al Campionato Europeo ORC del 2008.